Malattie professionali
Lavora
in salute!
Verifica i rischi
del tuo lavoro.
In pochi semplici
passi scopri
quali sono i rischi
per la tua salute
e cosa fare per
tutelarti dalle
malattie professionali.

Lavora in salute!

Verifica i rischi del tuo lavoro.

Mansione selezionata

Verifica
  • 1 Lavoro
  • 2 Rischi
  • 3 Sintomi
  • 4 Soluzioni
Seleziona il tipo d'attività conferma chiudi

News

Turno di notte: rischio tumori professionali più alto

26-08-2016

Tra i lavoratori più esposti al rischio di patologie neoplastiche a causa del lavoro notturno vi sono panettieri, addetti alla ristorazione, operatori di call center, medici ed infermiere.
Per le infermiere, in particolare, è stato registrato un aumento dei casi di tumore alla mammella dovuto all’alterazione del ritmo circadiano di sonno-veglia dopo circa 20-30 anni di turni di notte.
Gli studi epidemiologici sul tema condotti dallo Iarc (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro) hanno dimostrato che, nei lavoratori che effettuano turni di lavoro notturni, l’irregolarità dei ritmi del sonno accresce il rischio di cancro al polmone e alla mammella, determinando un aumento complessivo della mortalità dell'11%.  
Alla base della maggior vulnerabilità alle malattie oncologiche e cardiovascolari dei turnisti c’è una riduzione del livello di melatonina, l’ormone coinvolto nella regolazione del ciclo sonno-veglia (il cosiddetto ormone della notte) che svolge una funzione oncoprotettiva e antiossidante per l’organismo.
Un ulteriore fattore di rischio (secondo un autorevole e recentissimo studio del Mit - Massachusetts institute of technology -  di Boston) è costituto dalla prolungata ed eccessiva esposizione alla luce artificiale durante i turni di notte, che incide sul regolare meccanismo di crescita delle cellule sane inibendo la funzione di due geni e determinando l’incontrollata proliferazione di cellule tumorali.

Archivio news>>
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.