Malattie professionali
Lavora
in salute!
Verifica i rischi
del tuo lavoro.
In pochi semplici
passi scopri
quali sono i rischi
per la tua salute
e cosa fare per
tutelarti dalle
malattie professionali.

Lavora in salute!

Verifica i rischi del tuo lavoro.

Mansione selezionata

Verifica
  • 1 Lavoro
  • 2 Rischi
  • 3 Sintomi
  • 4 Soluzioni
Seleziona il tipo d'attività conferma chiudi

News

Donne e malattie professionali: un dato da non trascurare

11-03-2016

Nel nostro Paese, le donne rappresentano il 52% della popolazione in età lavorativa (oltre i 16 anni), mentre quelle con un impiego, quantificate dall’Istat in 9,3 milioni, sono pari al 41,6% del totale degli occupati e si concentrano prevalentemente nel Centro-Nord.
Dall’analisi dei dati Inail emerge in particolare che le malattie professionali denunciate dalle lavoratrici nel 2014 sono state quasi 17mila, pari al 29% delle 57mila totali.
Nel quinquennio 2009-2013, in particolare, le denunce di malattie professionale da parte delle lavoratrici sono aumentate di ben il 55% .
Tra le malattie più diffuse, vi è una netta prevalenza delle patologie osteo-articolari e muscolo-tendinee, come tendiniti, affezioni dei dischi intervertebrali e sindromi del tunnel carpale. Tra gli uomini queste patologie rappresentano il 63% delle denunce, mentre tra le donne questa percentuale sale fino all’87% (13mila su 15mila denunce). In particolare, la sindrome del tunnel carpale viene denunciata più dalle donne che dagli uomini.
Le più colpite sono le lavoratrici tra i 40 e 55 anni, impiegate nel settore industria e servizi (terziario) e nel settore sanitario.
Nel comparto sanità, infatti, ben il 70% degli addetti - medici, infermiere, ma anche dirigenti - sono donne.  I “camici rosa” nel nostro Paese hanno, infatti, nettamente superato gli uomini: le donne impiegate nella sanità sono, complessivamente 850.000 lavoratrici su un totale di assicurati pari a circa un 1.200.000 dipendenti, il 60% del totale degli occupati nel settore.

Archivio news>>
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.