Malattie professionali
Lavora
in salute!
Verifica i rischi
del tuo lavoro.
In pochi semplici
passi scopri
quali sono i rischi
per la tua salute
e cosa fare per
tutelarti dalle
malattie professionali.

Lavora in salute!

Verifica i rischi del tuo lavoro.

Mansione selezionata

Verifica
  • 1 Lavoro
  • 2 Rischi
  • 3 Sintomi
  • 4 Soluzioni
Seleziona il tipo d'attività conferma chiudi

News

Inail: si amplia platea per rimborso farmaci

01-09-2014

Novità in arrivo dall’Inail sul rimborso delle spese sostenute dagli assicurati per il recupero dell’integrità psicofisica, a seguito di infortunio o malattia professionale.

Per ottenere tale beneficio, era sinora necessario che l’evento si fosse verificato o fosse stato denunciato a partire dal 13 novembre 2012. Ora tale decorrenza non è più indispensabile: è infatti sufficiente che, a tale data, l’assicurato si trovasse in stato di inabilità temporanea assoluta e che le date di prescrizione dei farmaci e dello scontrino fiscale rientrino in tale periodo o in quello di eventuale ricaduta relativa all’evento indennizzato. In questo modo, possono accedere al rimborso anche coloro che hanno subìto o denunciato la patologia da lavoro prima della data in questione e che fino ad ora non rientravano tra i tutelati in tal senso.

L’estensione del rimborso - oltre che essere stata applicata ad un maggior numero di terapie - è prevista anche per le cure effettuate dopo il periodo d’inabilità temporanea assoluta al lavoro in presenza di postumi stabilizzati, pur se non indennizzabili, anche oltre la scadenza dei termini revisionali. Il rimborso deve avvenire anche in caso di liquidazione in capitale della rendita e nelle ipotesi in cui questa venga ridotta o addirittura soppressa a seguito di una revisione, sempre in presenza di postumi.

Spetta all’Inail valutare se il farmaco di cui si chiede il rimborso sia necessario per il miglioramento dello stato psico-fisico dell’assicurato in relazione alla patologia, anche ai fini del reinserimento socio-lavorativo. Il rimborso avviene indipendentemente dalle branche di riferimento precedentemente individuate dall’istituto assicuratore.

Perché il rimborso possa essere concesso, inoltre, è indispensabile che il caso sia ritenuto regolare sia dal punto di vista amministrativo che sanitario.

Il beneficio si prescrive a 10 anni dalla data di acquisto del farmaco riportata sullo scontrino fiscale che deve essere pari o successiva al 13 novembre 2012.

In sintesi:

Data eventoNon significativa – si prescinde da essa
Data prescrizione medica e data scontrinoPari o successiva al 13 novembre 2012
Periodo di competenzaDal 13 novembre 2012 e per tutti gli anni successivi
Casi ammessi al rimborsoCasi in istruttoria e/o a richieste inoltrate dal 13 novembre 2012
Tipologia di evento che dà diritto al rimborsoCure per il recupero dell’integrità psico-fisica durante il periodo di inabilità temporanea assoluta e successivamente alla stabilizzazione dei postumi o durante eventuali ricadute per infortuni e malattie professionali
Percentuale di menomazione necessariaAlmeno l'1%
Periodo massimo entro cui può avvenire il rimborsoAnche oltre la scadenza dei termini revisionali
Tipologia di farmaci rimborsabiliFarmaci di fascia "C" previsti in apposito elenco
Prescrizione del diritto10 anni dal momento in cui il diritto può essere esercitato e cioè dalla data dello scontrino
Soggetti titolari del dirittoTutti i soggetti assicurati ivi compresi i dipendenti statali e gli assistititi del settore marittimo per i quali si attendono ulteriori istruzioni procedurali

Archivio news>>
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.