Malattie professionali
Lavora
in salute!
Verifica i rischi
del tuo lavoro.
In pochi semplici
passi scopri
quali sono i rischi
per la tua salute
e cosa fare per
tutelarti dalle
malattie professionali.

Lavora in salute!

Verifica i rischi del tuo lavoro.

Mansione selezionata

Verifica
  • 1 Lavoro
  • 2 Rischi
  • 3 Sintomi
  • 4 Soluzioni
Seleziona il tipo d'attività conferma chiudi

News

Giornata mondale per la consapevolezza dello stress

12-11-2018

Spossatezza, depressione, mal di testa, attacchi di panico, ansia, insonnia, variazioni di peso: lo stress può manifestarsi sotto molteplici forme compromettendo con i suoi sintomi la salute fisica e psichica di chi ne è colpito.

Infatti, quello che l’Organizzazione mondiale della Sanità ha definito come “il male del XXI secolo”, sta prendendo la forma di una vera e propria epidemia.

Un recente studio ha rivelato che quasi 9 italiani su 10, circa l’85% dell’ampio campione intervistato, ha sofferto di disturbi legati allo stress nell’ultimo semestre.

E’ per questa ragione che il 7 novembre scorso si è celebrata la Giornata mondiale per la consapevolezza dello stress.

Secondo i dati dell’Agenzia europea per la Sicurezza e la Salute sul lavoro (Eu-Osha), anche il 28% della forza lavoro dell’Unione, circa 40 milioni di persone, è vittima di stress legato all’attività lavorativa, un problema che può determinare pesanti ripercussioni sia sulla salute dei lavoratori, sia sulla capacità produttiva delle imprese.

Infatti, secondo studi dell' Eu – Osha, le malattie stress lavoro-correlato costituiscono, dopo i disturbi muscolo-scheletrici, il problema di salute più comune nell'attività lavorativa  e comportano circa il 50 - 60% delle giornate di lavoro perse.

Sul tema delle conseguenze negative dello stress sull’equilibrio psicofisico del lavoratore e sull’indennizzabilità del danno alla salute si è espressa di recente anche la Corte di Cassazione. I giudici hanno affermato che le malattie professionali generate dallo stress possono essere oggetto di tutela da parte dell’Inai, in quanto lo stress lavoro-correlato (come disfunzione dell’organizzazione lavorativa) può costituire un rischio che, anche se non direttamente insito nell’atto materiale della prestazione lavorativa, è comunque a essa collegato.

Archivio news>>
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.